Cerca

Condivici su Facebook

Condivici su Facebook

Rassegna stampa

Ospedale in festa…ecco le foto!

Si è svolta ieri mattina la “Festa di Santa Lucia”, organizzata nell’ospedale di Boscotrecase dal dottor Marco Verolino, responsabile Day Surgery Chirurgia Oftalmica, e dal Cailg, Centro Assistenza Infanzia Leucemia & Geriatria, per donare ai bambini momenti di allegria e gioia. L’Autorefrattometro pediatrico, acquistato coi fondi raccolti dalle parrocchie dei comuni di Trecase, Boscotrecase, Torre Annunziata (diocesi di Napoli) sarà consegnato al Reparto di Chirurgia Oftalmica, il giorno 22 alla presenza di un alto rappresentante della Chiesa partenopea, delegato del cardinale Crescenzio Sepe.

Ecco le immagini della manifestazione.

(Foto di Paolo Borrelli)





Ospedale in festa…ecco le foto!

Ospedale in festa…ecco le foto!



Ospedale in festa…ecco le foto!




Ospedale in festa…ecco le foto!



Ospedale in festa…ecco le foto!
Ospedale in festa…ecco le foto!

 

Ecco cosa dice di noi la stampa:

 

II Circolo “G. Siani”, tra ricorsi e volontariato

Pioggia di sentenze favorevoli per i genitori dei bambini che si sono visti negare il supporto degli insegnanti di sostegno. Il CAILG in campo per sostenere le attività scolastiche nel II circolo “Giancarlo Siani”.

Dopo la sentenza della Corte Costituzionale del 22 febbraio di quest’anno, che ha definito illegittima la Finanziaria 2008 in cui erano contemplati i tagli dei fondi stanziati per gli insegnanti di sostegno, numerosi sono i genitori dei piccoli alunni della scuola oplontina che si sono rivolti al Tribunale Amministrativo Regionale per ottenere il supporto di tali insegnanti alle attività scolastiche dei loro figli con gravi problematiche di apprendimento. Lo ha reso noto il preside del II circolo didattico, Gennaro Cirillo, all’indomani dell’ennesima richiesta inoltrata al Miur per ottenere la nomina di nuovo personale.

“Su disposizione del Ministero, siamo stati costretti a ridurre le ore di sostegno, in base alla gravità dei casi – spiega il dirigente scolastico – nonostante siamo consapevoli che così facendo viene meno il diritto all’integrazione e allo studio per i bambini con disagi. In virtù delle sentenze favorevoli per i genitori stiamo ora inoltrando richiesta per nuovo personale di sostegno creando, a mio avviso, disagi che potevano essere evitati ai miei piccoli alunni”.

Infatti il nuovo personale andrà ad aggiungersi ai quattro insegnanti già designati ad inizio anno scolastico e i bambini avranno così due docenti per coprire le ore di sostegno stabilite dalla legge.

E, dove lo Stato fa sentire la sua assenza, scendono in campo le associazioni di volontariato. E’ proprio quanto sta accadendo nella scuola di via Tagliamonte dallo scorso ottobre, da quando ha accolto un volontario specializzato del Cailg, per dare assistenza gratuita ai docenti nelle attività scolastiche di classi con alunni “difficili”.

Per fronteggiare la carenza di personale, infatti, che crea disagi soprattutto dove sono presenti bambini con particolari disagi di natura caratteriale e con problemi vari che rendono difficile la scolarizzazione e il rispetto delle regole di convivenza democratica, la scuola ha stipulato una convenzione con l’associazione, che ha sede nell’ospedale di Boscotrecase, per avere a disposizione a titolo completamente gratuito un volontario per dieci ore settimanali che collabori con la scuola.

“Sentiamo il bisogno di simili iniziative per andare incontro in ogni modo ai disagi dei bambini, offrendo un supporto concreto lì dove ci sono problemi di scolarizzazione e, data la cronica mancanza di fondi, l’opera a titolo completamente gratuito dell’associazione non può che ricevere il nostro plauso” – conclude il preside Cirillo.

 



La “Clown Terapy” arriva nelle scuole

 

 


 

I pagliacci del CAILG arrivano nelle scuole del territorio per raccogliere fondi e promuovere la “Terapia del Sorriso”. Bambini in festa al II circolo didattico di via Tagliamonte.

Il dottor Sorriso e il dottor Pasticcio diventano inviati speciali per promuovere la solidarietà ai bambini torresi. Attraverso momenti di gioco e divertimento, spiegano l’importanza della “Clown Terapy” in ospedale, che cerca di alleviare i disagi dei piccoli degenti, e distribuiscono lettere di invito da consegnare ai genitori al fine di sostenere il centro con piccole donazioni.

Nelle giornate scorse hanno fatto tappa al II Circolo “Giancarlo Siani” di Torre Annunziata, dove hanno trovato la disponibilità di preside e docenti. E così le aule si sono trasformate, per qualche momento, in teatrini dove di scena c’erano il divertimento e la spensieratezza.

Il C.A.I.L.G. – Centro Assistenza Infanzia Leucemica & Geriatrica – è un’associazione costituitasi nel giugno del 2000 ad opera di un gruppo di giovani motivati a combattere le difficoltà e i disagi dei bambini colpiti da patologie neoplastiche, ponendosi come struttura collaborativa con gli organismi statali e parastatali.

Ha già provveduto all’allestimento a sue spese di una ludoteca all’interno del Reparto Pediatria, dell’ospedale di Boscotrecase, oltre che a organizzare numerosi momenti di gioco e svago, con l’aiuto dei volontari, per promuovere le attività inerenti la “Terapia del Sorriso”.

La “Clown therapy” è un modo per regalare ai bambini malati una giornata all’insegna del divertimento, fatta di giochi, battute e consegnando a tutti i piccoli pazienti giochi e dolciumi acquistati con i fondi raccolti dall’associazione.
Questa iniziativa si ispira alla teoria del dottor Patch Adams, convinto che il clima che si respira negli ospedali tende a demoralizzare i pazienti soprattutto i bambini. Così attraverso l’intervento dei clown, i pazienti risultano più felici, distesi e reagiscono meglio alle cure.

Il C.A.I.L.G. si pone come obiettivo l’allargamento di questa iniziativa e mira a portare del sano divertimento a quanti più bambini è possibile, perché ogni bambino ha il diritto a sorridere.

Lo Strillone - News e Web TV della costa del Vesuvio

 

TORRE ANNUNZIATA ATTUALITÀ
Dal comune torrese i giocattoli per i bambini ricoverati
Venerdi 11 Febbraio 2011 ore 15:40
Dal comune torrese i giocattoli per i bambini ricoverati
Va a buon fine l´iniziativa lanciata tempo fa dalla collega Paola Perna che in occasione del ricovero del suo figlioletto presso la struttura sanitaria di Boscotrecase s´era resa conto della mancanza di giocattoli per i bambini ospitati in Pediatria. Da quel momento partì l´appello ai cittadini ed alle istituzioni attraverso il gruppo di Facebook "Mettiamoli in...gioco". L´Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Torre Annunziata retto da Ciro Alfieri, ha accolto la richiesta della giornalista e delle mamme dei piccoli degenti e ha donato una grande quantità di giocattoli alla ludoteca del Reparto di Pediatria dell’Ospedale di Boscotrecase. Nel frattempo anche l´audiobiblioteca del comune oplontino, grazie all´iniziativa in corso de "Il libro parlato", si è impegnata a fornire circa cinquanta fiabe musicali su supporti magnetici.
Abbiamo chiesto alla promotrice se è soddisfatta del risultato raggiunto: "Si, molto - ci ha detto Paola Perna - dopo il mio appello sulle condizioni in cui versava lo spazio ricreativo dedicato ai bambini nel Reparto di Pediatria e dopo che l’associazione onlus CAILG ha acquistato il mobilio della ludoteca a proprie spese, l´assessore Ciro Alfieri si è attivato per destinare a fine anno un contributo per l’acquisto di giocattoli in modo da arredarla.
Un buono da cinquecento euro con il quale io stessa, insieme ad Adriano Zeni, responsabile del CAILG, ieri pomeriggio abbiamo comprato balocchi per tutte le età e materiale didattico per tenere impegnati i bimbi che, loro malgrado, trascorrono intere giornate nel nosocomio di Boscotrecase.
Inoltre - continua Perna - l’audiobiblioteca del comune oplontino, grazie all’iniziativa in corso de “Il libro parlato”, ha anche fornito dietro mio interessamento circa cinquanta fiabe musicali su supporti magnetici, nell’ottica di rendere sempre più accogliente la permanenza dei bambini nella ludoteca e nello stesso ospedale."
"Queste iniziative – ha dichiarato l’Assessore Alfieri – consentono di rendere sempre più accogliente la permanenza dei bambini nel nosocomio comprensoriale "Sant´Anna e Maria SS della Neve” dove a breve, inaugureremo ufficialmente la stessa ludoteca, senza escludere altre iniziative simili, che saranno messe in campo".
"Saranno invitati tutti i cittadini - conclude Perna - con la speranza che prenderanno parte portando un piccolo dono per i bambini".